Il torrente Dordo

MAPPA DI RIFERIMENTO

red-circle

Il Dordo (ol Durt) nasce a Gronfaleggio, una frazione a Nord di Pontida, a 500 m slm, alle pendici Sud_ovest del Monte Grignoletti. Alla Cerchiera entra in territorio di Ambivere e quindi prosegue verso Mapello. Sui territori di questi comuni riceve in destra una serie di torrenti che scendono dal versante Nord del Monte Canto :

  • Il torrente Gerra nasce anch’esso nel Comune di Pontida dal Colle di Santa Barbara a 600 m slm.
  • Il torrente Tegolda nasce invece ad Ambivere poco ad Est rispetto al Gerra, e scende dalla omonima Val Tegolda.
  • Il torrente Cargello nasce, sempre ad Ambivere, sul versante Nord dela cresta occupata dal Santuario della Madonna del Monte che si trova invece in territorio di Mapello, a 380 m slm.

Il Dordo attraversa quindi i territori di Bonate Sopra e Bonate Sotto rimanendo ad Ovest dei centri abitati e, una volta giunto nel Comune di Madone riceve, sempre a destra, le acque del torrente Bülìga appena arricchito della portata del Grandone.

red1Il torrente Bülìga : Nasce dal versante Sud del Monte Canto, al cascinale detto Porcile a Nord di Sotto il Monte, a 530 m slm. A Nord dellla località Bedesco riceve in sinistra l’affluente di Pratolongo e in destra l’affluente di Sotto il Monte. Attraversa il territorio di Terno d’isola e di Chignolo dove, alla periferia Sud, si unisce allle acque del Grandone.

 red2Il torrente Grandone : Anche il Grandone nasce dal versante Sud del Monte Canto, a Nord della località “La Cà”, sul territorio di Villa d’Adda, a 590 m slm. Scende a Carvico dove riceve in riva sinistra il torrente che scende dalla loclità Zandona e dal Santuario della Madonna di Caneve. Scende quindi ad Est dell’abitato di Calusco e delle zone industriali di Solza e di Medolago. A Sud di Chignolo incontra le acque del Bülìga e insieme proseguono verso il Dordo.

Ad Est dell’abitato di Madone, il Grandone e il Bülìga affluiscono da destra nel Dordo. Sorvoliamo sulla diatriba che vede il Grandone affluire nel Bülìga e non viceversa, dando credito al vecchio adagio dell’isola che dice: “Ol Grandù l’ va ‘ndel Bülìga e ‘l Bülìga l’ va ‘ndel Durt“. Prima di Confluire nel Brembo, all’altezza del Castello di Marne, in territorio di Filago il Dordo riceve altri due affluenti di minore importanza: il Rio Zender e il Rio Vallone.

red3Il Rio Zender nasce da una serie di fontanili localizzati nelle vicinanze della Cascina Bianchina, in territorio di Suisio.

red4Il Rio Vallone ha il suo fontanile ad Est di Bottanuco e confulisce nel Dordo dopo poche centinaia di metri.

Come detto, il Dordo si getta nel Brembo dopo aver delimitato il Castello di Marne che viene raggiunto attraversando il ponte levatoio sul Dordo stesso. Nell’ultimo tratto il Dordo si è scavato un letto molto profondo grazie all’estrema friabilità della marna, la roccia sedimentaria che dà il nome alla frazione di Marne dove si trova appunto il castello.

red-circle